Skip to content
COME PREVENIRE LA CELLULITE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Cara mamma insieme alle smagliature, la cellulite è l’inestetismo che più temiamo!

Ci guardiamo spesso cosce e glutei per analizzare l’eventuale comparsa di cuscinetti e pelle a buccia d’arancia.

Se sei fortunata ti si presenterà in gravidanza per la prima volta, altrimenti se già è presente, la dolce attesa potrà accentuare il problema.

Non agitarti prima del tempo, a tutto c’è rimedio e nel mio articolo voglio rassicurarti e darti i giusti consigli per affrontare al meglio la cellulite.

PERCHE’ LA CELLULITE COMPARE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO?

La risposta a questa domanda ce la regalano sempre i nostri amici ormoni. Infatti in gravidanza si ha un forte innalzamento degli estrogeni (lento fino alla dodicesima settimana e più rapido in seguito), che riducono l’elasticità e la flessibilità dei vasi sanguigni. Per cui si ha un ristagno di liquidi soprattutto a livello delle cosce, in quanto la circolazione sanguigna è rallentata. Anche l’aumento del peso corporeo e delle dimensioni dell’utero ha una buona parte di responsabilità.

Nella fase di allattamento la cellulite continua ad essere presente perché ancora ci sono le oscillazioni ormonali e perché dopo il parto abbiamo tanti liquidi in circolo.

 

6 TRUCCHI PER COMBATTERE LA CELLULITE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

  1. CONTROLLO DEL PESO: è fondamentale perché devi evitare di metter su massa grassa che peggiorerà notevolmente la cellulite sia in gravidanza che in allattamento, fase in cui sei più stanca e hai meno tempo da dedicare alla cucina! Scegli sempre frutta e verdura fresche e di stagione, evita cibi grassi e fritti, prediligi cereali integrali, pesce e verdure. Non esagerare con i latticini e riduci l’uso del sale che favorisce il ristagno dei liquidi.
  2. BEVI TANTA ACQUA: l’acqua combatte la ritenzione idrica ed il gonfiore e quindi aiuta la circolazione. Dovresti bere 1,5/2 litri di acqua al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.
  3. PRATICA SPORT: in gravidanza e allattamento è consigliato muoversi. Devi sapere che il movimento “brucia i grassi”. Scegli sport compatibili con queste due fasi della vita, devi affidarti a personale esperto come trainer, ostetriche o fisioterapisti che tengono corsi specifici.
  4. INDOSSA COLLANT A COMPRESSIONE GRADUATA: aiutano i vasi sanguigni a pompare il sangue verso l’alto più agevolmente e riducono il gonfiore e il ristagno di liquidi. Io le ho usate tantissimo anche d’estate e devo dire che sono state un ottimo alleato delle mie gambe.
  5. SCEGLI SCARPE COMODE: è utile indossare scarpe comode che fanno lavorare la pompa plantare, infatti la risalita dei liquidi parte dal piede. Addio tacchi e scegli scarpe con un rialzo sempre di 3 /4 cm, mai raso terra.
  6. NON FUMARE: chiaramente avrai già smesso appena hai saputo di essere in dolce attesa o spero prima, se la stavi programmando. Sappi che il fumo restringe i capillari sanguigni e quindi ostacola il ritorno venoso e riduce anche l’apporto di ossigeno alle cellule. Mi sa che non riprenderai più a fumare!

 

POSSO USARE CREME ANTI-CELLULITE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO?

La cellulite si evolve in 4 stadi, con un peggioramento progressivo. Solo i primi due stadi sono reversibili ed è per questo che devi trattarla continuamente con un prodotto cosmetico specifico che prevenga l’aggravamento.  In gravidanza ed allattamento puoi applicare creme anti-cellulite appositamente studiate e formulate per te.

Per fortuna ci sono le linee cosmetiche dedicate esclusivamente a noi donne in dolce attesa ed in allattamento. Puoi stare tranquilla perché gli ingredienti sono stati scelti in modo da non danneggiare in nessuna maniera te ed il tuo piccolo o il latte che produci per lui.

Devi evitare le creme contenenti ormoni tiroidei e iodio, perché sono ingredienti che possono interferire con il metabolismo tiroideo.

Evita anche creme che contengono canfora o mentolo, quindi con effetto caldo/freddo che potrebbe irritarti e creme con alte dosi di caffeina.

Ti consiglio anche di evitare di applicare i fanghi anti-cellulite, perché la tua cute è particolarmente sensibile in queste fasi della vita ed il fango potrebbe risultare troppo aggressivo.

È importante anche praticare con la giusta crema, dei massaggi sulla parte da trattare.

Così stimoli i tessuti, dreni i liquidi in eccesso e migliori l’assorbimento e l’efficacia della crema.

Puoi anche recarti presso un’estetista esperta di massaggi in gravidanza una volta alla settimana e farti fare un massaggio drenante specifico e potrai anche rilassarti. Il massaggio provoca una scarica di ormoni del buonumore che gioveranno anche al tuo piccolo.

 

QUALI INGREDIENTI DEVE CONTENERE LA MIA CREMA ANTI-CELLULITE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO?

Per migliorare gli inestetismi cutanei della cellulite ci vuole una crema che agisca su più fronti, perché come abbiamo visto ci sono più fattori coinvolti.

Ve li riassumo in 5 categorie qui di seguito con gli ingredienti cosmetici che svolgono quella funzione.

La crema deve:

  • migliorare il microcircolo: ippocastano, rusco o centella;
  • diminuire il ristagno di liquidi: edera o arnica;
  • drenare e favorire la riduzione dell’edema: betulla o sambuco.
  • svolgere un azione antiossidante e protettiva dei capillari: mirtillo e uva,
  • rendere la pelle tonica e compatta: acido ialuronico, olio di argan, elastina idrolizzata.

IL MIO CONSIGLIO

La gravidanza e l’allattamento mettono a dura prova il nostro corpo e lo sottopongono a notevoli cambiamenti con conseguente comparsa di inestetismi. Per fortuna la scienza cosmetica è andata avanti e ha permesso di formulare prodotti adatti a noi donne in queste fasi della vita. Non trascurare la cura del tuo corpo, segui corrette abitudini comportamentali e alimentari, applica i giusti cosmetici e non dovrai temere nulla.

Hai trovato utile questo articolo?
Condividilo con chi potrebbe beneficiare di questo articolo!

“Le informazioni presentante su www.dermomamma.it sono di carattere generale e a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento e non sostituiscono il rapporto diretto con il proprio medico e/o specialista. In caso di dubbi è necessario contattare il proprio medico.”

Iscriviti e ricevi la guida gratuita su come preparare
la valigia per l’ospedale

Iscriviti ora alla Newsletter!
Iscriviti e ricevi
la guida gratuita per un corretto allattamento al seno
Iscriviti ora alla Newsletter!
Articoli recenti

Articoli
correlati

Quali sono
i principali problemi
in gravidanza?

smagliature

Rappresentano uno degli inestetismi più temuti in gravidanza insieme alle macchie del viso. Le variazioni ormonali, le modificazione del corpo, la secchezza e la ridotta elasticità della pelle possono favorire la loro insorgenza. Una volta formate, le smagliature sono difficili da trattare, proprio per questo si deve agire con la prevenzione.

macchie della pelle

L’epidermide rappresenta lo strato più esterno della nostra pelle, alla sua base si trovano particolari cellule preposte alla produzione della melanina, una particolare struttura che con l’esposizione solare si attiva, si colora e fornisce quel bel colore ambrato dell’abbronzatura. Le alterazioni ormonali possono interferire e predisporre a macchie cutanee.

danni da sole

L’epidermide rappresenta lo strato più esterno della nostra pelle, alla sua base si trovano particolari cellule preposte alla produzione della melanina, una particolare struttura che con l’esposizione solare si attiva, si colora e fornisce quel bel colore ambrato dell’abbronzatura. Le alterazioni ormonali possono interferire e predisporre a macchie cutanee.
Iscriviti alla Newsletter
Novità della linea Dermomamma, consigli della Dott.ssa Fulvia Corvasce per le donne in gravidanza e allattamento, accesso in anteprima a lanci di nuovi prodotti e promozioni e 10% di sconto sul tuo primo ordine!